Venezia, 21 marzo 2022

“Contrastare i cambiamenti climatici per garantire un futuro al pianeta è un’assoluta priorità. Per questo sono d’accordo con le parole di Paolo Gentiloni: sarebbe sbagliato arretrare sul Green Deal europeo, l’unica strada per arrivare all’autonomia energetica unita alla sostenibilità ambientale. La guerra in Ucraina aggiunge emergenza all’emergenza, ma non possiamo limitarci a guardare esclusivamente al brevissimo periodo”. A dirlo è Andrea Zanoni, consigliere regionale del PD Veneto e rappresentante dem in commissione Ambiente, riprendendo le parole del commissario europeo all’Economia in materia di energia. “Trovare le risorse per aiutare famiglie e imprese strozzate dal caro prezzi non è in contraddizione con la necessità di cambiare rotta sulle politiche energetiche abbandonando i combustibili fossili, principale causa del surriscaldamento del pianeta. La situazione attuale è insostenibile, la siccità e gli incendi di questi giorni confermano che non ci sono alternative: il Veneto ha già pagato un conto enorme ai cambiamenti climatici. Già nella scorsa legislatura - ricorda - avevamo presentato lo studio ‘Veneto 100% sostenibile, efficiente e rinnovabile’ per una Regione a zero emissioni nel 2050 intervenendo oltre che sulla produzione energetica, nell’edilizia, nella mobilità e nei trasporti pubblici. Tornare indietro sarebbe sbagliato e pericoloso”.