PARTITO DEMOCRATICO PROVINCIA DI TREVISO - GRUPPO CONSILIARE REGIONE VENETO

Con un’operazione di disastrosa amministrazione pubblica, nel giro di sei, mesi Zaia ha sfiduciato se stesso, mettendo in guai seri molti Enti Locali e Associazioni del Veneto.


Già nell’aprile scorso la Giunta Regionale e la Maggioranza vararono una Manovra Finanziaria (la Legge Regionale n. 6 del 27.04.2015 “Legge di Stabilità”) che conteneva alcune scelte che abbiamo duramente contestato. E’ ancora viva la memoria di quei 50 milioni di euro passati alle cronache come “emendamento-marchetta”, costruito e approvato per scopi che, in larga parte, erano di pura natura propagandistica, alla vigilia delle Elezioni Regionali.

Ora, con la Legge Regionale n. 97 del 9.10.2015 “Razionalizzazione della spesa reginale”, a quella vergogna giustamente cancellata se ne aggiunge un’altra.

In nome di un provvedimento di razionalizzazione della spesa, Zaia ha, infatti, smantellato la manovra di aprile che, al netto degli stanziamenti-spot, conteneva finanziamenti realmente indispensabili per realizzare interventi e progetti.

Sia a beneficio delle comunità locali che attraverso le attività di enti e associazioni del vasto tessuto sociale veneto. Sono stati revocati i fondi a favore di associazioni, parrocchie, asili e Comuni.

Siamo dunque di fronte ad una grave serie di promesse mancate da parte di Zaia, dagli effetti a dir poco dannosi.

Le amministrazioni locali, infatti, in base a quanto già approvato con la Finanziaria regionale 2015, hanno inserito nei propri bilanci precise voci di spesa e precisi impegni. Analogamente, tante Associazioni si trovano già esposte economicamente per aver avviato progetti per i quali ora non c’è più traccia di stanziamento. Sorprende, di fronte a tagli di consistenti entità, il silenzio di tanti amministratori e delle associazioni: la speranza, oggi, è che qualcuno si faccia avanti e chieda i danni alla Giunta Zaia.

E’ una vicenda senza precedenti che ha il sapore della beffa, dell’inganno e che vogliamo denunciare perché rappresenta l’emblema di come questa Regione è governata in modo del tutto inadeguato con un atteggiamento totalmente strumentale, rivolto a logiche di opportunismo politico e incurante dei gravi boomerang che ne derivano per i territori veneti.

In Veneto complessivamente sono stati cancellati finanziamenti “marchetta” per un totale di 50.730.944 euro. Guardando alla realtà trevigiana mancheranno all’appello 4.160.500 Euro: cifre in molti casi già impegnate dai soggetti beneficiari. Contributi di stampo prettamente elettorale, ma che per molte delle realtà chiamate in causa risultavano indispensabili.

A questo è doveroso aggiungere come sia stata abrogata l’esenzione della quota di partecipazione alla spesa sanitaria per i lavoratori ex esposti a sostanze cancerogene.

A denunciare questa grave situazione il Consigliere Regionali Andrea Zanoni in rappresentanza dei territorio che stanno subendo i tagli della Regione.

Venezia – Treviso, 28 ottobre 2015

 

 

 

 

LEGGGI REGIONALI A TESTO STORICO

Legge regionale 27 aprile 2015, n. 6 (BUR n. 41/2015) – Testo storico

 

Articolo abrogato da comma 1 art. 2 legge regionale 9 ottobre 2015, n. 17

Art. 16 - Esenzione dalla quota di partecipazione alla spesa sanitaria per i lavoratori ex esposti alle sostanze cancerogene certificate.

  1. Ai lavoratori ex esposti alle sostanze cancerogene certificate, riconosciuti da certificazione dei servizi di prevenzione delle aziende unità locali socio sanitarie, è attribuito un codice di esenzione dal ticket per le prestazioni diagnostiche previste dai rispettivi protocolli di sorveglianza sanitaria. 
    2. Agli oneri derivanti dall’applicazione del presente articolo quantificati in euro 50.000,00 per l’esercizio 2015 si fa fronte con le risorse allocate all’upb U0248 “Spesa sanitaria corrente” mediante riduzione di pari importo delle risorse del capitolo U/101753 del bilancio di previsione 2015. 

 

LEGGI REGIONALI A TESTO VIGENTE

Legge regionale 9 ottobre 2015, n. 17 (BUR n. 97/2015) (Bilancio)

Art. 2 - Modifiche alla legge regionale 6 aprile 2015, n. 6 “Legge di stabilità regionale per l’esercizio 2015”

1. Sono abrogati, l’articolo 5, l’articolo 6, i commi 4 e 6 dell’articolo 8, l’articolo 11, l’articolo 14, il comma 5 dell’articolo 15, l’articolo 16, il comma 2 dell’articolo 18, l’articolo 22, l’articolo 26, l’articolo 36, l’articolo 37, i commi 2 e 3 dell’articolo 38, l’articolo 39, i commi 4 e 5 dell’articolo 40, l’articolo 42, il comma 6 dell’articolo 52, l’articolo 62, l’articolo 66, l’articolo 68, l’articolo 69 e l’articolo 70 della legge regionale 6 aprile 2015, n. 6 “Legge di stabilità regionale per l’esercizio 2015”. 
2. All’articolo 44 comma 5 della legge regionale 6 aprile 2015, n. 6 le parole “euro 800.000,00” sono sostituite con le parole “euro 500.000,00 per l’esercizio 2016”, e le parole “suddiviso in euro 250.000,00 per l’esercizio 2015 e in euro 550.000,00 per l’esercizio 2016” sono soppresse. 

 

TABELLE

Allegato A - TREVISO

"Emendamenti Marchetta"

 

COMUNE

BENEFICIARIO

INTERVENTO

IMPORTO

 

 Riese Pio X

PARROCCHIA SAN LORENZO
DI POGGIANA DI RIESE PIO X

SISTEMAZIONE        EX       CANONICA       DI POGGIANA DI RIESE PIO X

50.000,00

 

Borso del Grappa

Parrocchia Borso del Grappa

restauro canonica

100.000,00

 

Farra di Soligo

Parrocchia Santo Stefano
Protomartire

Parrocchia S. Stefano Protomartire

150.000,00

 

Istrana

Comune

restauro Chiesa Villa Lattes

100.000,00

 

Resana

Parrocchia S. Bartolomeo

restauro Chiesa

150.000,00

 

Treviso

Soroptmist International Club

progetto di sensibilizzazione allo sport per il
recupero fisico e psicologico dei bambini e bambine, ragazzi e ragazze e partecipazione alle paraolimpiadi

20.000,00

 

Monfumo

Cooperativa sociale agricola
Cà Corniani

Realizzazione di un birrificio sociale

60.000,00

 

MARENO DI PIAVE

PARROCCHIA DI SANTA MARIA DI PIAVE

INTERVENTO DI MANUTENZIONE DEL SALONE PARROCCHIALE

27.500,00

 

MARENO DI PIAVE

PARROCCHIA DI BOCCA DI STRADA

SISTEMAZIONE ORATORIO

11.000,00

 

MARENO DI PIAVE

SCUOLA MATERNA S. GIUSEPPE DI RAMERA

CONTRIBUTO

50.000,00

 

MARENO DI PIAVE

SCUOLA MATERNA S. PIO X

CONTRIBUTO

50.000,00

 

SANTA LUCIA DI PIAVE

ATLETICA SANTA LUCIA DI PIAVE

RIFACIMENTO PISTA DI ATLETICA LEGGERA

230.000,00

 

CISON DI VALMARINO

MICRONIDO "CIP & CIOP"

CONTRIBUTO SPESE DI GESTIONE

52.000,00

 

VAZZOLA

SCUOLE PARROCCHIALI "MARIA BAMBINA", "SACRO CUORE", "DIVINA PROVVIDENZA"

CONTRIBUTO

280.000,00

 

 

 

 

TOTALE

    1.330.500,00

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Allegato B - TREVISO

 

COMUNE

BENEFICIARIO

AREA INTERVENTO

INTERVENTO

IMPORTO

 

ASOLO

 

URBANISTICA PUBBLICA

Riqualificazione Centro Abitato - Casella d'Asolo

500.000,00

 

CASTELLO DI GODEGO

 

VIABILITA'

accordo di programma sottoscritto in data 27/05/2014 tra la Provincia di Treviso, il comune di Castello di Godego e la società Veneto Strade S.p.A. per la realizzazione di una rotatoria tra la S.R. n. 245 (incrocio tra via Cacciatora, via XXIX Aprile e SR n. 245) in Comune di Castello di Godego,

400.000,00

 

RIESE PIO X

 

VIABILITA'

accordo di programma sottoscritto tra la Provincia di Treviso, il comune di Riese Pio X e la società Veneto Strade S.p.A. per la realizzazione di una rotatoria tra la S.P. 6, le strade comunali Via Enrico Toti e Via Ca' Miane e la S.P.  67 in comune di Riese Pio X,

150.000,00

 

RIESE PIO X

 

VIABILITA'

REALIZZAZIONE  DELLA  PISTA  CICLABILE  DI  VIA  XXVII APRILE

600.000,00

 

FOLLINA

COMUNE FOLLINA

EDILIZIA PUBBLICA

lavori di sistemazione e completamento ala sud ex Collegio San Giuseppe per ricavo uffici comunali

250.000,00

 

Conegliano

Comune

VIABILITA'

realizzazione rotatoria in Via Vital

170.000,00

 

S. Zenone Ezzelini

Comune

EDILIZIA PUBBLICA

efficientamento impianti da inquinamento luminoso

100.000,00

 

S.Piero di Feletto

Comune

EDILIZIA SCOLASTICA

efficientamento energetico scuole

100.000,00

 

Vedelago

Comune

EDILIZIA PUBBLICA

Recupero e valorizzazione di casa Corrao Porta dell’Acqua

100.000,00

 

Vedelago

Comune

VIABILITA'

interventi di efficienza e risparmio energetico reti illuminazione pubblica

150.000,00

 

MARENO DI PIAVE

COMUNE DI MARENO DI PIAVE

VIABILITA'

COSTRUZIONE NUOVA ROTONDA

310.000,00

 

     

TOTALE

      2.830.000,00

 

                         

 


Comunicato 28 ottobre 2015 definitivo.docx