Venezia, 24 luglio 2020

“Le api sono delle sentinelle importanti per lo stato di salute dell’ambiente, la loro progressiva scomparsa, come quella di altri insetti impollinatori, dovuta all’aumento dell’uso di agrofarmaci tossici rischia di avere conseguenze disastrose. È indispensabile ripensare il sistema produttivo, tutelando la biodiversità e contrastare i cambiamenti climatici: per questo ho aderito alla campagna ‘Salviamo api e agricoltori’ e invito tutti a farlo”. L’appello è di Andrea Zanoni, consigliere regionale del Partito Democratico e vicepresidente della commissione Ambiente a Palazzo Ferro Fini, rilanciando l’Ice (Iniziativa dei cittadini europei) che punta a raccogliere complessivamente un milione di firme nei Paesi dell’UE entro il 31 marzo 2021 in modo da ‘obbligare’ la Commissione europea a legiferare per un’agricoltura sostenibile che tuteli le api e, di conseguenza, l’ambiente, la salute e gli stessi produttori. “L’Ice è l’unico strumento di democrazia diretta iscritto nei Trattati europei a disposizione dei cittadini, dobbiamo sfruttarlo!”.

 

“Questo è un tema che mi sta a cuore da sempre, da europarlamentare ho fatto un duro lavoro per arrivare allo stop dei neonicotinoidi in agricoltura, responsabili della morìa delle api - ricorda Zanoni - In Consiglio regionale ho proseguito la battaglia contro l’uso di pesticidi e altri prodotti nocivi, la cui vendita in Veneto continua a crescere di anno in anno, 425 tonnellate di glifosate solo nel 2019. Ho denunciato con interrogazioni i fogli di cera d’api contaminati da pesticidi e acaricidi consegnati agli apicoltori in progetti finanziati dalla Regione, così come la moria di questi insetti  dovuta non al caso, ma alla presenza nei pressi degli alveari di sostanze chimiche: esteri fosforici, carbammati, piretroidi e fungicidi. La Giunta Zaia, al di là di tanti annunci, ha fatto poco o niente per migliorare la situazione. Il Veneto la superficie destinata al biologico è poco più del 2% contro una media nazionale del 12, per anni nelle sessioni di bilancio ho presentato emendamenti per incentivare il bio, promuovere aree ‘pesticidi-free’ per le api, regolarmente bocciati dalla Lega. Mi auguro che i veneti abbiano una maggiore sensibilità dei loro rappresentanti istituzionali, perciò rinnovo l’invito a firmare la petizione all’indirizzo www.savebeesandfarmers.eu/ita”.