Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato il bilancio delle porcate.

Festa del vino, raccolta dei bruscandoli, radio, birrificio, motorclub, bersaglieri, queste alcune delle destinazioni dei denari pubblici.

Nessun criterio, pianificazione, concorso, graduatoria o classifica per la destinazione delle nostre tasse, solo puri tornaconti elettorali di un lungo elenco di consiglieri regionali.

Approvano il bilancio in un clima di cuccagna per i soliti privilegiati, per gli amici degli amici con l’aggravante che i fondi sono stati sottratti alla salute e alle politiche famigliari.

In Europa per difendere i diritti dei cittadini ho combattuto contro le lobby, in consiglio regionale se eletto dovrò combattere anche contro le porcate.

Andrea Zanoni