Dopo il deposito degli emendamenti al piano di venerdi', circa 150, da ieri sono ininterrottamente al lavoro per la scrittura di altre proposte. La scadenza per il deposito degli emendamenti è infatti fissata per le 12.30 di domani. Spero che il Consiglio si assuma le proprie responsabilità anche a fronte del fatto che sull’obiettivo ONU della Sostenibilità in materia tutela della biodiversità, previsto dall’Agenda 2030, il Veneto è tra le pecore nere d’Italia. La tutela della fauna selvatica non è solo un obbligo di legge ma un dovere nei confronti dei cittadini e delle future generazioni. Auguro a tutti voi una buona domenica, qui sotto il file di un mio documento dove descrivo le principali criticità del piano e la sintesi degli emendamenti presentati. Andrea Zanoni

PS: per evidenziare il file cliccare sul titolo

 

Criticità ed emendamenti x sito