La Commissione europea potrebbe ritirare, annacquare o ridimensionare due proposte legislative molto importanti per l'ambiente e la salute nell'Unione europea: quella sulla qualità dell'aria che dovrebbe fissare limiti più stringenti per emissioni nocive come anidride solforosa, PM10 e PM2.5, e ossidi d'azoto e quella sull’economia circolare, che impone importanti obiettivi di riciclaggio dei rifiuti (70% per quelli municipali e 80% per quelli da imballaggi entro il 2030), vietando anche di conferire in discarica qualunque rifiuto riciclabile. Il governo italiano ha firmato con altri 10 Stati membri una richiesta al presidente Juncker di mantenere gli impegni presi dai suoi predecessori. Con Martin Schulz presidente della Commissione Europea al posto di Juncker questo non sarebbe mai accaduto. Queste sono le conseguenze del voto agli euroscettici. Andrea Zanoni

Vedi: http://goo.gl/gUgJ16