Tre lunghi anni senza risposte. Domani è l’anniversario della morte #Mauro #Pretto e ancora il suo assassino circola liberamente tra di noi. Spero che gli inquirenti individuino l’assassino, il tempo ormai è scaduto e questa rischia di diventare l’ennesima sconfitta dello Stato di fronte ai criminali. Ho sentito oggi il fratello Diego e la compagna Annamaria, entrambi fanno fatica a portare il peso di non sapere chi è stato e perché lo hanno ucciso. Mauro tutelava il suo #bosco e gli #animali selvatici da #bracconieri e predoni del bosco, era un uomo senza amicizie altolocate, era uno dei tanti cittadini veneti che tutelava il suo #ambiente, i suoi boschi, merita giustizia, glielo deve lo Stato glielo dobbiamo tutti noi. Andrea Zanoni