Secondo l’ultimo Atlante mondiale sulla desertificazione elaborato dal Joint research centre dell’Ue, c’è anche l’Italia fra i tredici Stati UE colpiti. Siccità e innalzamento dei mari metterebbero in ginocchio l’agricoltura veneta e il turismo perché Venezia scomparirebbe per sempre. Il 2020 deve essere l’anno della svolta dove l’emergenza climatica diventa il punto principale dei programmi delle elezioni regionali, per un futuro sostenibile incentrato sulla Green Economy. Lo dobbiamo al Veneto, a Venezia e alle giovani generazioni.

Andrea Zanoni