Francesco Saverio Pavone processò e condannò Felice Maniero per mafia, tanto che Maniero ordinò di ucciderlo in un attentato. Si occupò di mafia e criminalità, dei fenomeni corruttivi nella pubblica amministrazione e della corruzione politica. Sono ancora vive in me le sue parole e considerazioni di legalità e giustizia, nel corso di una conferenza tenuta insieme a Pederobba il 3 ottobre del 2014 "I padroni del Veneto - Il prezzo che tutti paghiamo per le piccole e grandi illegalità” . Se lo è portato via il coronavirus. E’ una perdita gravissima per tutti e per il nostro Paese che ora piu’ che mai ha bisogno di una salda cultura della legalità. Andrea Zanoni