Venezia, 22 luglio 2021

“Appena due giorni fa la manifestazione regionale per chiedere più sicurezza sul lavoro e ieri l’ennesima vittima, la quinta da inizio anno in provincia di Treviso. Una strage davanti alla quale l’indignazione non può bastare”. Andrea Zanoni, consigliere regionale PD, torna sull’incidente accaduto ieri a Ponte della Priula alle Fornaci Grigiolin, dove ha perso la vita un operaio di 23 anni che stava effettuando lavori di pulizia su un silos. 

 

“È un tema a cui non viene data la giusta importanza e che invece deve essere messo al centro dell’agenda politica. Il vero rischio è che con la necessità di ripartire ‘a mille’ per recuperare il terreno perduto da inizio pandemia ci sia un allentamento delle misure di sicurezza e il numero degli infortuni, in forte crescita, ci lascia questo dubbio. Non ci stancheremo mai di chiedere più formazione, maggiore attenzione da parte delle imprese e controlli costanti e accurati da parte delle istituzioni. Controlli che passano da un aumento degli organici: dove sono i tecnici Spisal promessi da Regione e Ulss 2? Concordo - aggiunge in chiusura - con la proposta dei sindacati, rilanciata dal nostro segretario provinciale Zorzi: vincoliamo l’accesso alle risorse del Pnrr a quelle imprese che rispettano non solo i contratti, ma anche salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. La buona occupazione, quella che crea sviluppo per il territorio, non può prescindere da queste basilari condizioni”.