TERRITORIO: WWF, SERVE NUOVA LEGGE NAZIONALE SU GOVERNO DEL TERRITORIO/FOCUS OBIETTIVO, CONTENERE IL CONSUMO DI SUOLO E PUNTARE AL RIUSO Roma, 31 mag. - (Adnkronos) - Abrogare il quadro legislativo imperniato sulla vecchia legge urbanistica del 1942 e sostituirlo con una nuova 'legge di principi' in grado di garantire un modello di riferimento uniforme su tutto il territorio nazionale al quale vincolare il legislatore regionale soprattutto in riferimento a quegli istituti che incidono su materie di esclusiva competenza statale: fiscalita', ambiente, paesaggio, infrastrutture nazionali. Il Wwf elenca le prime linee guida per una vera e propria proposta di legge che verra' presentata sabato 1 giugno dall'associazione insieme con il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando. Una nuova legge nazionale sul Governo del Territorio che punti al contenimento del consumo di suolo non urbanizzato e alla conversione urbana privilegiando riuso, recupero e adeguamento di insediamenti e infrastrutture esistenti e ribadisce la necessita' che il legislatore nazionale affidi ad una autorita' pubblica il compito di misurare, monitorare e certificare l'andamento del consumo di suolo in Italia e, da questo, fissare delle percentuali di incremento massimo di nuovo suolo urbanizzato. L'argomento viene approfondito all'interno del Report 2013 'RiutilizziAmo l'Italia' in cui vengono tracciati gli indirizzi per una nuova legge sul Governo del Territorio, tra cui la cooperazione tra i soggetti pubblici nella definizione delle linee guida per la programmazione e la pianificazione del territorio attraverso meccanismi di copianificazione e di concertazione delle scelte. Obiettivo: superare il modello gerarchico nei rapporti tra i diversi livelli di piano a favore di modalita' di relazioni nel rispetto del ruolo e delle competenze di ogni livello e di ogni settore, con una visione concertativa e collaborativa.(segue) (Mst/Zn/Adnkronos) 31-MAG-13 10:51 NNNN  


Scarica comunicato