RIFIUTI: UE CHIUDE PROCEDURA SU PIANO RIFIUTI LAZIO = (AE/AGI) - Bruxelles, 20
giu - Dopo una lunga disputa, la Commissione europea chiudera' domani la procedura di infrazione
contro l'Italia per il
piano di gestione dei rifiuti del Lazio, secondo una nota interna ottenuta da AE/AGI. Il Lazio era
rimasta l'unica regione italiana a non rispettare le norme in materia di piani di gestione per i
rifiuti, nonostante una sentenza di condanna emessa dalla Corte di giustizia europea nel 2007. I
piani di gestione
dei rifiuti stabiliscono il tipo, la quantita' e l'origine dei rifiuti da recuperare e smaltire, i luoghi e
gli impianti adatti allo smaltimento e le misure per promuovere e razionalizzare la raccolta, la
selezione e il trattamento dei rifiuti. Fino a quando non ha messo a punto un piano regionale per
la gestione dei rifiuti, il Lazio e' rimasto in violazione della direttiva quadro sui rifiuti entrata in
vigore nel 2006 e che stabilisce principi basilari come quello di 'chi inquina paga'. La decisione di
domani della Commissione evitera' il rischio di pesanti multe per l'Italia. Bruxelles resta
comunque in attesa che il Lazio applichi il piano, e mantiene infatti ancora aperta la procedura
sulla discarica romana di Malagrotta e sulla possibile cattiva gestione di altre discariche laziali su
cui la Commissione ha deciso lo scorso 31 maggio di portare avanti la procedura di infrazione
con un parere motivato, ultimo passaggio prima del deferimento alla Corte di Giustizia europea.
(AGI) Red/Ven 201309 GIU 12 NNNN


Scarica comunicato