AMBIENTE: COMMISSIONE UE LANCIA PIANO AZIONE FINO AL 2020 (NEWSLETTER
AMBIENTE) (ANSA) - BRUXELLES, 10 DIC - Nuovo piano d'azione in arrivo
per la politica ambientale dell'Ue fino al 2020. La proposta arriva
dalla Commissione europea, che punta sull'economia verde e la tutela del
capitale natura per far ripartire la crescita economica dell'Unione,
all'insegna di un nuovo sviluppo, questa volta 'sostenibile'. ''Non
possiamo aspettare che sia passata la crisi economica per affrontare la
crisi delle risorse, dell'ambiente e del clima'' afferma il commissario
Ue al clima, Connie Hedegaard. ''Dobbiamo affrontarle tutte
contemporaneamente e quindi integrare valutazioni ambientali e
climatiche nelle nostre politiche''. ''Non dobbiamo assicurare la
crescita solo di oggi, ma anche quella di domani'' ha aggiunto il
commissario Ue all'ambiente, Janez Potocnik. La proposta dell'esecutivo
europeo passera' ora al vaglio del Parlamento europeo e del Consiglio
Ue. Una volta approvata, entrera' a far parte della legislazione
europea. Il piano d'azione di Potocnik e' ambizioso, perche' per la
prima volta e' trasversale a tutte le politiche dell'Unione europea.
Cosa comporta? Quattro le priorita' indicate dal commissario Ue
all'ambiente: ''una migliore attuazione della legislazione ambientale;
una migliore informazione tramite maggiori conoscenze scientifiche; piu'
investimenti per l'ambiente e la piena integrazione dell'ambiente nelle
altre politiche''. ''Tradotto in misure concrete - ha spiegato Potocnik
- questo significa eliminare sussidi nocivi per l'ambiente, spostare la
tassazione dal lavoro all'inquinamento, mettere a punto accordi di
collaborazione fra Stati membri e Commissione europea per l'applicazione
delle norme ambientali, introducendo anche ulteriori capacita' di
controllo a livello Ue per affrontare i temi che generano maggiore
preoccupazione''. Il programma cerca anche di aiutare le citta' europee
a diventare piu' sostenibili. ''Entro il 2020 e' probabile che l'80%
della popolazine Ue vivra' in aree urbane o limitrofe'' ha detto
Potocnik, che nel piano d'azione Ue prevede che le autorita' locali
mostrino la propria 'bolletta della salute ambientale' ai loro
cittadini, concordando una serie di cirteri comuni per valutare la
'performance ambientale' delle amministrazioni. (ANSA). Y99-VI 10-DIC-12

 


Scarica comunicato