Ue vuole ridurre quota di biocarburanti da colture alimentari Ue vuole ridurre quota di biocarburanti da colture alimentari introdurre nuovi parametri relativi a impatto ambientale Roma, 22 ott. (TMNews) - Prosegue il dibattito a livello europeo sulla sostenibilità dei biocarburanti. Nei giorni scorsi la a Commissione Europea ha presentato al Parlamento e al Consiglio Europeo una proposta finalizzata ad apportare importanti modifiche alla Direttiva del 1998 sulla qualità della benzina e del diesel (Direttiva 98/70/CE) e alla più recente Direttiva sulla promozione delle energie rinnovabili (Direttiva 2009/28/CE). La proposta deriva dall`esigenza di considerare in maniera differente l`impatto ambientale delle varie tipologie di biocarburanti immessi sul mercato, soprattutto dal punto di vista delle emissioni aggiuntive derivanti da un cambio di destinazione d`uso dei suoli (ILUC: Indirect Land Use Change). In altre parole, l`intenzione della Commissione è quella di evitare che la crescente domanda di biocarburanti nell`Unione Europea (+3% nel 2011, dati EurObserv`ER) provochi un eccessivo spostamento delle produzioni alimentari verso terre non agricole, come foreste e zone umide, provocando "indirettamente" un aumento delle emissioni ad effetto serra e riducendo, di fatto, i benefici ambientali derivanti dal consumo di biocarburanti. Aspetto fondamentale della proposta della Commissione, spiega il sito greenews.info è di contenere al 5% la quantità di biocarburanti e bioliquidi derivanti da colture alimentari (cereali, amido, zucchero e oli) che può essere presa in considerazione nel calcolo della quota di biocarburanti sui consumi finali di energia utilizzati nei trasporti ai fini dell`obiettivo europeo del 10%. A ciò si aggiunge la proposta di incentivare i biocarburanti che hanno un impatto basso o nullo dal punto di vista delle emissioni da ILUC, come quelli di seconda (derivati da prodotti agricoli e vegetali di scarto, come paglia e rifiuti) o terza generazione (biocombustibili prodotti dalle alghe o che non impattano sull`uso dei suoli). vgp 22-OTT-12 11:43 NNNN  


Scarica comunicato