(ANSA) - MILANO, 8 OTT - Un automobilista su cinque soffre di sonnolenza diurna: è quanto emerge da un sondaggio condotto sul web dalla Società europea di ricerca sul sonno (Esrs), l'Associazione italiana medicina del sonno (Aims) e Aci. Inoltre, il 70% di quanti hanno dichiarato di essere stati coinvolti in incidenti ha 'confessato' di aver dormito poche ore. La probabilità di addormentarsi alla guida è maggiore se affetti da sindrome delle apnee notturne, che affligge oltre 2 milioni di italiani.

 

Parte da questi dati l'iniziativa 'Wake up bus', un tour internazionale voluto dall'Ue e dall'Esrs per sensibilizzare l'opinione pubblica sui rischi legati alla sonnolenza alla guida, che prevede anche una serie di materiale informativo rivolto in particolare agli autisti professionisti ('Se sei un autista professionista, svegliati dalla sonnolenza alla guida'), ai giovani ('Non dare un passaggio al sonno, svegliati dalla sonnolenza alla guida') e a tutti i guidatori con informazioni anche sull'apnea notturna. Partito il 3 ottobre da Oporto, in Portogallo, il bus ha già toccato Lisbona, Madrid e Lione. Oggi è arrivato a Milano, per poi ripartire alla volta di Lubiana, Zagabria, Vienna, Poznan, Berlino e Bruxelles, dove terminerà l'iniziativa il 15 ottobre. La tappa milanese ha visto il veicolo fermarsi oggi in piazza Castello e in corso Venezia.

 

Secondo dati europei, la sonnolenza è una delle concause più ricorrenti negli incidenti stradali. Se nell'80% dei casi la causa è riconducibile al guidatore, il colpo di sonno ne è una concausa nel 22% dei sinistri. (ANSA).


Incidenti stradali - 20 percento guidatori a rischio sonno, sondaggio.doc