ENERGIA: IN UE DUE TERZI NUOVI PANNELLI SOLARI 2011 (ANSA) - ROMA, 26 SET - Nonostante i pesanti tagli ai sussidi in Italia come in Spagna e altri paesi, il solare non conosce crisi: secondo un rapporto del Joint Research Centre della Commissione Europea, i due terzi della nuova energia prodotta da pannelli solari installati nel mondo nel 2011 proviene dall'Europa. Lo scorso anno, si legge nel rapporto, 46,1 Gigawatt di energia solare sono stati installati nel vecchio continente, il 56% dei quali da fotovoltaico, con ormai il 2% dei bisogni di elettricita' soddisfatti dal sole. Nella 'corsa al solare' l'Italia e' seconda solo alla Germania, e nel nostro paese sono stati installati nel 2011 5,9 Gigawatt, portando la capacita' totale installata a 12,8 alla fine del 2011, mentre alla fine di agosto 2012 le stime parlano di una capacita' totale molto vicina ai 15 Gigawatt. L'Italia si piazza al quarto posto nel mondo per investimenti nel solare, con 21 miliardi di euro nel 2011, dietro a Usa, Cina e Germania: "Il 2% dei bisogni soddisfatti dal solare possono sembrare poco, ma corrispondono al fabbisogno dell'Australia - sottolinea il rapporto - inoltre non sono equamente distribuiti sul territorio. In due giorni particolarmente soleggiati di maggio la Germania e' riuscita a produrre con il solare meta' dell'energia richiesta, mentre dall'altra parte la Gran Bretagna e' ferma a un modesto 1%". Il rapporto ha stimato che se i 1415 miliardi di dollari spesi per sussidi ai combustibili fossili tra il 2007 e il 2010 fossero stati usati per il fotovoltaico, ci sarebbero stati 340 Gigawatt in piu', mentre la stessa cifra spesa oggi consentirebbe di installarne il doppio, per effetto del crollo dei prezzi dei pannelli. (ANSA). Y91-CR 26-SET-12 11:56 NNN  


Scarica comunicato