*SMOG: UE, ITALIANI I PIU' PREOCCUPATI DA INQUINAMENTO POTOCNIK: 420MILA
MORTI PREMATURE IN 2010, PRESTO NUOVE MISURE*(ANSA) - BRUXELLES, 8 GEN -
I piu' preoccupati per l'emergenza smog nell'Unione europea sono gli
italiani: l'81% ritiene che la qualita' dell'aria sia peggiorata negli
ultimi dieci anni, contro una media Ue del 56%. E' quanto emerge
dall'ultimo sondaggio Eurobarometro, secondo cui quasi 4 europei su 5
pensano che l'Ue debba proporre nuove misure per affrontare l'allarme.
Sotto accusa sono le emissioni di veicoli (96%), industria (92%), e
trasporti internazionali (92%) e l'incapacita' delle amministrazioni di
fronteggiare il problema: il 72% degli europei non e' soddisfatto degli
interventi finora adottati. ''I cittadini vogliono che interveniamo e
risponderemo rivedendo nel 2013 le nostre politiche in materia di
qualita' dell'aria'' ha affermato il commissario Ue all'ambiente, Janez
Potocnik, che ricorda le cifre dell'emergenza: ''La nostra stima e' che
nel 2010 siano state 420mila le morti premature a causa
dell'inquinamento dell'aria''. A questo punto gli europei ''ci stanno
chiedendo - spiega Potocnik - piu' misure in settori chiave e una
migliore informazione sull'efficacia delle politiche''. Non a caso il
2013 e' stato battezzato Anno europeo dell'aria: ''Questa decisione
riflette sia la serieta' economica del problema, sia l'impatto sulle
persone'', ha commentato Jacqueline McGlade, direttore esecutivo
dell'Agenzia europea per l'ambiente. (ANSA). Y62-NAN 08-GEN-13 12:01 NNN


Scarica comunicato