Ogm: Basf getta la spugna e rinuncia a commercio patate in Ue

(ASCA) - Roma, 29 gen -

Il colosso tedesco Basf ha annunciato oggi in una nota di aver deciso di ritirare la sua domanda alla commercializzazione nell'Ue delle sue patate geneticamente modificate Fortuna, Amadea e Modena. I continui investimenti in questi progetti ''non sono piu' giustificati a a causa delle incertezze derivanti dal quadro normativo europeo e della minaccia di distruzione dei campi'', si legge nel comunicato del gruppo. Nei giorni scorsi la Basf aveva anche fatto sapere di voler abbandonare la produzione della patata ogm resistente agli antibiotici, l'Amflora, alla luce della netta opposizione dell'opinione pubblica europea (due cittadini su tre sono contrari agli ogm), culminata con le vigorose proteste degli ambientalisti nei diversi Paesi dell'Unione. Il 22 gennaio la Commissione europea ha deciso di congelare il processo d'autorizzazione della messa in coltura di nuovi prodotti Ogm nell'Ue fino alla scadenza del suo mandato, cioe' meta' 2014 e ha sottolineato che non sara' possibile ripartire sino a quando non sara' varato un regolamento in materia con gli Stati membri. (fonte AFP). rba/uda 291603 GEN 13 NNNN  


Scarica comunicato