Venezia, 12 apr. 2018  - “A Villorba il tracciato della Superstrada Pedemontana interesserà una discarica: cosa è stato fatto per tutelare la salute dei cittadini, considerato anche le preoccupazioni espresse a più riprese da residenti e associazioni, in primis Legambiente?”. La richiesta arriva dal Consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni che sul sito di via Marconi, nel comune trevigiano, ha presentato un’interrogazione a risposta immediata. “Sulla questione - spiega - sono stato sollecitato dai cittadini lo scorso 6 aprile, durante una conferenza pubblica organizzata dal locale circolo del PD proprio sulla Pedemontana. Dobbiamo essere sicuri sui materiali presenti nell’area: il sito va bonificato prima dell’inizio dei lavori, come ribadito da Legambiente che ha anche scritto una lettera al presidente della Provincia di Treviso. Potrebbero esserci dei rifiuti tossici oppure amianto; per questo occorrono certezze e la massima trasparenza, non si può mettere a rischio la salute degli abitanti. Sono state eseguite delle operazioni di carotaggio all’interno del cantiere e, in caso affermativo, quali sono gli esiti?” chiede il Vicepresidente della Seconda commissione. E ancora: “Cosa intende fare la Giunta per evitare la dispersione di polveri inquinanti e potenzialmente pericolose? In assenza di garanzie è difficile stare tranquilli. Non dimentichiamo quanto messo nero su bianco dalla Commissione bicamerale sulle Ecomafie a proposito dell’illegalità diffusa in Veneto sul fronte dei rifiuti occultati in ogni dove”.

“Purtroppo per quanto riguarda le discariche ‘emerse’ nei cantieri della Superstrada Pedemontana - aggiunge in conclusione Zanoni - non si tratta di un caso isolato: una situazione analoga si è verificata a Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza. Pure in questo caso ho chiesto chiarimenti alla Giunta con un’interrogazione sottoscritta anche dal nostro Capogruppo Stefano Fracasso, ma siamo sempre in attesa di risposta”.