Venezia 27 mar. 2020 - "La situazione nelle case di riposo è sempre più drammatica, occorre fare subito il tampone a tutti gli ospiti e scongiurare altri gravi casi come quello di Merlara e Casale sul Sile". È quanto chiede Claudio Sinigaglia, Consigliere regionale del Partito Democratico, insieme al Capogruppo Stefano Fracasso e ai colleghi Graziano Azzalin, Anna Maria Bigon, Bruno Pigozzo, Andrea Zanoni e Francesca Zottis. "Non c'è altro tempo da perdere, la Regione deve intervenire con decisione. Avevamo sollecitato un monitoraggio, stiamo parlando di 200 strutture in Veneto con 32.000 ospiti, per sapere quante sono le case di riposo coinvolte e le persone contagiate. Al momento abbiamo i numeri suddivisi per Ulss e sono terrificanti: al 25 marzo 336 pazienti e 211 dipendenti positivi, con trenta vittime, con l'Euganea e quella della Marca maggiormente colpite".

"Vogliamo sapere se ogni Ulss e ogni singolo distretto stanno intervenendo in maniera adeguata - sottolineano i Consiglieri - gli anziani stanno ricevendo assistenza, le strutture sono dotate di respiratori e dei dispositivi di protezione individuale, dalle mascherine ai guanti? E sul fronte del personale, viste le croniche carenze aggravate dalla malattia di molti operatori, come ci si sta muovendo? C'è un quadro del fabbisogno delle singole strutture? La Regione nei giorni scorsi ha annunciato una sessione straordinaria di esami di qualifica per oltre 400 operatori sociosanitari, ma non sappiamo quando i primi allievi diplomati potranno entrare in servizio, inoltre ci preoccupa che vengano dirottati sulle strutture ospedaliere e sanitarie privando così le case di riposo di personale fondamentale".

"Crediamo sia utile attivare in ogni casa di riposo un comitato dei familiari - propongono in conclusione i Consiglieri Dem - in modo da verificare l'adeguatezza delle misure prese dalle Ulss e segnalare prontamente ogni urgenza".