L'eurodeputato PD Andrea Zanoni sottoscrive il Manifesto EFD con le priorità del forum per le prossime elezioni europee. Zanoni: “Ogni forma di discriminazione ed esclusione sociale nei confronti delle persone con disabilità va eliminata. Fermiamo le ricadute sociali della crisi economica che sta attanagliando i cittadini europei”.

 

“Ho deciso di aderire al Manifesto del Forum Europeo della Disabilità (EDF) in vista delle elezioni europee perché sono convinto che l'Europa debba garantire ancor più diritti ed inclusione sociale di quanto faccia adesso. Ogni forma di discriminazione ed esclusione sociale nei confronti delle persone con disabilità va non soltanto eliminata ma combattuta concettualmente perché inammissibile nell'Europa dei diritti che vogliamo costruire”. Lo afferma l'eurodeputato PD Andrea Zanoni sottoscrivendo il Manifesto EDF presentato recentemente al Parlamento europeo.

 

“Il prossimo Parlamento europeo potrà fare molto per impedire che la crisi economica che ha investito l'Europa

radicalizzi la crisi sociale che, purtroppo, sta colpendo soprattutto le fasce di popolazione più vulnerabili. I primi passi devono essere l'approvazione di alcune normative, come  la direttiva generale contro la discriminazione e la direttiva sull’accessibilità dei siti web pubblici, che eliminino nell'immediato alcuni ostacoli all'inclusione sociale”, continua Zanoni.

 

“L'Europa che uscirà dalle prossime elezioni europee di maggio avrà di fronte a se importanti compiti, in primis quello di garantire ai suoi cittadini, la massima inclusione e tutela sociale a prescindere dalla propria condizione, classe sociale, professione o minoranza di appartenenza. Questa, insieme alla tutela dall'ambiente e della nostra salute, è sempre stata e continuerà ad essere la mia priorità politica”, conclude l'eurodeputato.

 

NOTE

 

Questi i sei punti del Manifesto del Forum Europeo della Disabilità (EDF): 1) La promozione di una concezione inclusiva, sostenibile e democratica dell’Europa. 2) La riforma delle politiche economiche e sociali europee per garantire la protezione e il godimento dei diritti umani degli europei con disabilità. 3) L’accessibilità di beni e servizi per tutti, attraverso: lo European Accessibility Act, la proposta, di Direttiva sull’accessibilità dei siti web pubblici, l’accessibilità dei trasporti e delle infrastrutture, la rimozione degli ostacoli alla libera circolazione delle persone con disabilità e delle loro famiglie, l’eliminazione degli ostacoli all’utilizzo dei fondi dell’UE  per le persone con disabilità. 4) L’adozione della proposta di Direttiva generale contro la discriminazione, una legge  dell’UE da tempo attesa, concepita per proteggere, fra le altre, le persone con disabilità dalla discriminazione in ogni ambito di vita. 5) La ratifica immediata del Protocollo Opzionale della Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità da parte dell’Unione Europea e di tutti gli Stati membri. 6) La strutturazione nelle istituzioni europee di meccanismi per garantire in tutte le legislazioni e le politiche l’ottemperanza alla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità nonché il coinvolgimento delle persone con disabilità.

 

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

 Email stampa@andreazanoni.it

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

 Blog  www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

 Facebook ANDREA ZANONI

 Youtube AndreaZanoniTV


Scarica comunicato