Venezia, 27 settembre 2019

“Una giornata bellissima, con tanti giovani in piazza e un messaggio forte ai ‘grandi della Terra’: non c’è più tempo da perdere se vogliamo garantire un futuro al nostro pianeta”. A dirlo Andrea Zanoni, consigliere regionale del Partito Democratico che questa mattina ha partecipato alla manifestazione di Treviso di Fridays for Future’, nell’ambito della mobilitazione mondiale per sensibilizzare sulla lotta ai cambiamenti climatici. “Solo qua c’erano circa cinquemila persone. Fa ben sperare e l’entusiasmo delle nuove generazioni, mentre è avvilente lo spettacolo dato dalla politica che da un lato deride il loro impegno, in primis quello di Greta Thunberg, e dall’altro prosegue nell’opera di devastazione ambientale. È incredibile che neanche davanti a fatti e dati oggettivi, l’ultimo è il ghiacciaio da 250mila metri cubi che rischia di staccarsi dal Monte Bianco, ci siano ancora tanti negazionisti, da Trump a Bolsonaro, passando per Salvini: non si tratta di fenomeni naturali, le responsabilità dell’uomo sono pesanti”.

 

“La protesta di oggi - prosegue - è un ulteriore monito a fare presto: dalle istituzioni sovranazionali a quelle locali. Finora la Regione Veneto ha fatto molto poco, adesso l’attendiamo al varco: prima della pausa estiva, all’interno dell’assestamento di bilancio è stato approvato il nostro ordine del giorno sul contrasto ai cambiamenti climatici, vedremo se Zaia e la sua Giunta saranno conseguenti, finanziando in maniera consistente anziché con poche briciole, politiche innovative a favore dell’ambiente. Non siamo molto fiduciosi visto come hanno agito fino ad oggi. Proprio oggi, però, abbiamo ricevuto la bella notizia che il Governo ha impugnato davanti alla Corte Costituzionale la legge di adeguamento ordinamentale che nella sua deregulation assoluta favoriva il consumo di suolo, strettamente connesso all’aumento delle temperature, in quella che è una delle regioni più cementificate d’Italia”.

 

“Come Partito Democratico siamo convinti che la lotta ai cambiamenti climatici sia ‘la madre di tutte le battaglie’ per usare una frase tanto cara a Zaia. Per questo sabato 5 ottobre a Padova, all’hotel Crown Plaza, presenteremo il primo report per un Veneto completamente a energia rinnovabile e zero emissioni di CO2, realizzato da un team di professori e ricercatori dell’Università di Padova, un traguardo da raggiungere entro il 2050. Anche il Governo italiano si è impegnato in tal senso, insieme ad altri 65 Paesi, è una sfida ambiziosa ma non impossibile”.