Venezia, 23 gennaio 2020

“La partita sul taglio del Parco della Lessinia non è ancora chiusa: oggi in Seconda commissione abbiamo ribadito al presidente Calzavara che non abbiamo potuto approfondire la questione sollevata la scorsa settimana da Lessinia Futura e Legambiente in merito al rispetto della Direttiva sulla Valutazione ambientale strategica (Vas), ottenendo che sulla questione si esprima in tempi brevi l’Ufficio legislativo del Consiglio”.

 

Lo rende noto Andrea Zanoni, vicepresidente della commissione Ambiente ed esponente del Partito Democratico a margine della seduta odierna.

 

“Siamo convinti che ci siano i margini per un ripensamento: abbiamo anche accolto con favore la richiesta, seppur tardiva, fatta dallo stesso Calzavara alla Comunità dell’Ente Parco per ottenere un parere sul Pdl che riduce drasticamente l’area protetta. La Comunità del Parco, ricordo, è un organismo a cui appartengono sindaci, associazioni di categoria e ambientaliste e altri soggetti del territorio.

 

È una decisione positiva perché ci concede altro tempo utile a far capire a chi di dovere quanto sia sbagliato un progetto che con un colpo di penna e un voto in aula spazza via duemila ettari di Parco”.