Venezia, 24 settembre 2018

“La  verità sulla morte di Giulio Regeni non può essere sacrificata sull’altare della Realpolitik. A distanza di quasi tre anni, purtroppo, la sua famiglia sta ancora aspettando che venga fatta giustizia. Per questo domani credo sia importante partecipare alla manifestazione promossa da Amnesty International”. Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico, in una nota annuncia la propria adesione all’iniziativa ‘Giulio Regeni, uno di noi’ in programma a Treviso. Lo stesso Zanoni aveva presentato una mozione approvata quasi all’unanimità, 39 voti favorevoli e un solo contrario, che impegnava la Giunta regionale ad aderire alla campagna promossa da Amnesty International Italia, volta ad invitare le autorità egiziane a cooperare con un’indagine indipendente e imparziale in tutti i casi di sparizioni forzate, torture e morti in detenzione nei mesi di gennaio e febbraio 2016 e a collaborare a eventuali indagini in corso da parte dei magistrati penali sulla morte del giovane ricercatore friulano.

La manifestazione prevede dalle 19 fiaccolata e testimonianze in ricordo di Giulio con ritrovo in piazza Aldo Moro, a seguire alle 20.45, nella Chiesa di San Gregorio Magno, ‘Che fare? Monologo sull’ingiustizia’ .