(Arv) Venezia 15 set. 2015 - “Il PD sostiene la richiesta delle associazioni ambientaliste di dare via libera al referendum per il divieto delle trivellazioni in Adriatico”: a dirlo sono Andrea Zanoni e Graziano Azzalin, consiglieri regionali del PD e vice presidenti delle Commissioni delle Commissioni II e III, che oggi sul tema hanno tenuto un incontro con i rappresentanti della Rete veneta dei Comitati delle Associazioni ambientaliste. “Domani la commissione Affari istituzionali si esprimerà in merito ai due quesiti, anche se già 19 Regioni, compreso il Veneto, hanno già preso l’impegno a far propria l’iniziativa. Si tratta di una questione di grande delicatezza: le trivellazioni infatti, in un mare poco profondo come l’Adriatico, rappresentano un rischio. In caso di incidenti infatti ci sarebbero danni miliardari per l’ambiente, la pesca ed il turismo, in primo luogo balneare”. “L’Adriatico va tutelato da tutte le trivellazioni – concludono Zanoni e Azzalin – anche da quelle già avviate da parte della Croazia. Auspichiamo, anche in vista dell’esame da parte del Consiglio regionale del prossimo 22 settembre, che vi sia l’unanimità delle posizioni a favore di questa battaglia”.

Scarica comunicato