(Arv) Venezia 28 set. 2015 - Fare la massima chiarezza sui fondi dati al Comune di Giavera del Montello, lo chiede il consigliere regionale del PD e vice presidente della Commissione Ambiente, Andrea Zanoni.

“E’ dal 2013 che, allora in veste di parlamentare europeo, - scrive in una nota l’esponente democratico - seguo la vicenda della pista di Motocross e dei lavori del Parco attrezzato Santi Angeli di Giavera del Montello, e ho sempre avuto molti dubbi ed interrogativi sui lavori eseguiti e su come siano stati spesi i fondi pubblici, cofinanziati dalla Giunta regionale con 263.500 euro, 200.647 dei quali già versati al Comune. Ora, da una risposta ad una mia serie di richieste di documentazioni (indirizzate ad ARPAV, Comune di Giavera, Dipartimento Turismo e Dipartimento ambiente della Regione Veneto, scrivendo anche agli Assessori al Turismo Federico Caner e al Territorio Cristiano Corazzari) per poter verificare eventuali irregolarità, sia di carattere finanziario, sia ambientale, dalla Direzione Turismo della Regione sono venuto a sapere che il relativo fascicolo del finanziamento della Regione è stato prelevato dal Corpo Forestale dello Stato su mandato della Procura della Repubblica di Treviso in seguito ad una richiesta di inizio settembre”.

“Trovo doveroso da parte della Regione – dichiara Zanoni - fare massima chiarezza per capire come sono stati utilizzati i fondi pubblici e per far emergere ogni eventuale irregolarità, anche di carattere ambientale. Il Montello è un’area di alto pregio ambientale, tutelato dall’Unione Europea che su indicazione della Regione del Veneto ne ha istituito un Sito di Importanza Comunitaria – SIC della Rete Europea Natura 2000, perciò trovo bizzarro che si autorizzino e finanzino impattanti edifici in cemento armato e rumorose piste di motocross”.

“Oltre ad aver presentato un’interrogazione alla Giunta Regionale, affinché dica cosa intende fare e venga informato tutto il Consiglio su quanto sta accadendo, ho chiesto alla Direzione Sezione Coordinamento Commissioni VAS VINCA NUV della Regione e agli Assessori al Turismo Caner e al Territorio Corazzari, di poter effettuare un sopralluogo sul sito, accompagnato dai funzionari regionali che hanno seguito l'iter autorizzativo. Chiederò inoltre al Presidente Ciambetti – conclude Zanoni - di portare la questione all’attenzione della IV Commissione Consiliare con funzioni ispettive, della quale sono componente, per approfondire la questione”.


Scarica comunicato