“Anche alla luce dell’ennesimo caso oscuro legato ai magazzini Dal Ben Tre di Monastier, nel quale l’odore di infiltrazione da parte della criminalità organizzata in Veneto è forte, mi chiedo perché non ci venga data risposta dal presidente del Consiglio, Roberto Ciambetti, sulla richiesta di assegnare alla Quarta Commissione il compito di valutare gli esiti delle azioni di prevenzione del crimine organizzato che la Regione ha il dovere di svolgere sulla base di una legge approvata oramai tre anni fa”.

A dirlo il consigliere regionale del PD, Andrea Zanoni, che ricorda come “il 1° ottobre scorso, assieme ai consiglieri Claudio Sinigaglia (PD) e Cristina Guarda (Moretti Presidente), ho presentato esplicita richiesta di assegnazione alla Commissione di questi compiti valutativi. Questo per poter monitorare la reale incisività delle politiche antimafia in Veneto, sempre a patto vengano minimamente attuate. Auspico pronta risposta e, soprattutto, un pronto intervento dell’istituzione regionale su questo fronte a dir poco allarmante. Ci sono infatti molte cose ancora da fare, a partire dall’istituzione (prevista sempre dalla legge regionale 48/2012) sia dell’osservatorio per il contrasto alla criminalità organizzata e mafiosa sia della stazione unica appaltante”.


Scarica comunicato