Il Parlamento europeo approva una risoluzione che chiede all'Ue maggiori sforzi per flora e fauna alla conferenza internazionale CITES in programma a marzo. Zanoni. “Parlare con una sola voce e non perdere di vista l'obiettivo finale, ovvero proteggere ambiente e animali

 

Massima determinazione e una voce sola per difendere la flora e la fauna selvatica mondiale”. E' l'esortazione di Andrea Zanoni, eurodeputato IdV e membro della commissione ENVI Ambiente, a margine dell'approvazione di una risoluzione sul prossima conferenza CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione) da parte del Parlamento europeo oggi a Strasburgo. “Si tratta di un appuntamento fondamentale per migliorare la conservazione di flora e fauna sempre di più minacciate oltre che dal cambiamento climatico e dalla distruzione degli habitat naturali, anche dalle attività connesse al commercio internazionale e al bracconaggio”.

 

La risoluzione del Parlamento europeo approvata oggi all'unanimità fissa gli obiettivi strategici dell’Ue per la sedicesima riunione della Conferenza delle parti della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e fauna selvatiche minacciate di estinzione (CITES), che si terrà dal 3 al 14 marzo 2013 a Bangkok, Thailandia.

 

Si tratta di mettere mano al più importante accordo globale esistente relativo alla conservazione di flora e fauna selvatiche – attacca Zanoni – Per questo è fondamentale far valere il principio precauzionale nelle sfide che ci troviamo ad affrontare a livello internazionale”.

 

L'Unione europea deve svolgere un ruolo guida nella protezione delle specie a rischio di estinzione, partecipando attivamente ai negoziati e promuovendo l'eliminazione delle scappatoie che oggi aggravano la situazione – prosegue l'Eurodeputato – Le maggiori tutele garantite ultimamente a squali, elefanti, rinoceronti, grandi felini e rettili sono sicuramente buone notizie, ma non è ancora abbastanza. Il commercio internazionale di animali e di alcuni prodotti di origina animale continua a minacciare la sopravvivenza di alcune specie, penso ad esempio al tonno rosso e ai mammiferi da pelliccia,al rinoceronte e all'elefante africano”.

 

Zanoni conclude sottolineando il bisogno che “l'Ue funga da sprone per i gli altri attori mondiali affinché vengano garantite più tutele alla fauna selvatica e alla conservazione della biodiversità”.

 

 

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

Email stampa@andreazanoni

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog  www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

Youtube AndreaZanoniTV


Scarica comunicato