A Padova, venerdì 10 maggio alle ore 20.30, all’hotel Galileo in via Venezia 30.

 

“Il grande Ruesch: la battaglia di ieri e di oggi contro la vivisezione” è il titolo della conferenza in programma per venerdì 10 maggio alle ore 20.30, all’hotel Galileo in via Venezia 30 a Padova. La serata è organizzata dall’europarlamentare Andrea Zanoni del gruppo ALDE (Alleanza dei Liberali e Democratici Europei), vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere degli Animali e membro della Commissione ENVI Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo.

 

Oltre a Zanoni, interverranno Marco Mamone Capria, Insegnante di Matematica all’Università di Perugia e Coordinatore del Progetto “Scienza e democrazia”, oltre che Presidente della Fondazione Hans Ruesch. Durante la serata, che sarà moderata dalla Responsabile della Lega Anti Vivisezione di Padova (LAV) Helga Vincenti, porteranno il loro contributo anche Sara Novello Brait e Francesco Coccia, autori del documentario "Il grande Ruesch" che sarà proiettato sulla vita di Hans Ruesch.

 

«Dall’ultimo rapporto Eurispes Italia 2013 risulta che gli italiani sono sempre meno disposti a tollerare gli atti di violenza ai danni degli animali. Ben l’87,3% degli italiani è contro la sperimentazione animale e cresce anche la percentuale dei vegetariani, 6% (4,9% vegetariani ed 1,1 vegani), ovvero di chi ha deciso di dire basta ai moderni metodi intensivi di allevamento. Purtroppo in Europa la sperimentazione animale non è vietata ma solo regolamentata in modo oltretutto insufficiente. Il risultato è che esistono ancora allevamenti e centri di morte come Green Hill (adesso chiuso) e Harlan, e laboratori dove migliaia di poveri animali continuano ad essere sacrificati mentre i metodi alternativi rimangono nel cassetto».

 

Durante la serata sarà possibile sottoscrivere la petizione europea d’iniziativa popolare  STOP VIVISECTION, che ha l’obiettivo di chiedere alla Commissione europea lo stop della vivisezione in tutta Europa.

 

Al termine della conferenza seguirà un dibattito con il pubblico.

 

BACKGROUND

 

Attività parlamentare e locale.

 

Zanoni ha fatto del benessere animale uno dei principali obiettivi del suo impegno in Europa, che mira al miglioramento dell’attuale Strategia europea con l’introduzione di regole obbligatorie sulla tutela di ogni forma di vita animale in tutti i 27 Paesi membri, alla luce dell’articolo 13 del Trattato di Lisbona che definisce gli animali come “esseri senzienti”.

 

Il 27 settembre 2012, Andrea Zanoni ha presentato un’interrogazione alla Commissione europea per chiedere “informazioni sull’attività del Centro europeo ECVAM, che valida i metodi alternativi alla vivisezione e per esorcizzare la possibilità di una deroga all’entrata in vigore del divieto di test cosmetici sugli animali nel marzo 2013”.

 

Lo scorso giugno Zanoni, insieme ai colleghi Niccolò Rinaldi, Giommaria Uggias e Gianni Vattimo ha scritto al Presidente del Senato Renato Schifani, al Premier Mario Monti, al Presidente della Camera Gianfranco Fini e ai presidenti della XIV e XII Commissione del Senato, alla vigilia del voto dell’art. 14 della Legge Comunitaria 2011 riguardo i criteri e i vincoli di recepimento della Direttiva 2010/63/UE sulla sperimentazione animale.

 

Nella sua battaglia contro la vivisezione sul fronte europeo Zanoni ha fatto il possibile per attirare l’attenzione dell’Europa verso quanto accadeva all’interno delle mura di Green Hill, presentando un’interrogazione scritta nel dicembre 2011 e andando in prima persona alla manifestazione dello stesso mese (VIDEO). L’Europa ha risposto che spetta alle autorità degli Stati membri farsi “garanti del rispetto delle normative unionali nei rispettivi territori, controllando in questo modo la corretta applicazione e osservanza delle disposizioni”.

 

Il 19 gennaio 2013 ha partecipato alla fiaccolata “ILLUMINA LA SPERANZA” nel centro storico di Udine per ribadire il proprio no ad un altro colosso della vivisezione: Harlan.

 

Il 29 marzo Zanoni era presente al presidio organizzato dalle associazioni FRECCIA 45 – COORDINAMENTO FERMARE GREEN HILL – COMITATO MONTICHIARI CONTRO GREEN HILL per manifestare contro la vivisezione davanti ai laboratori Glaxo/Aptuit a Verona.

 

Il 10 aprile è intervenuto chiedendo un incontro con il Vicepresidente Unipersonale della GlaxoSmithKline S.p.A. di Verona, Daniele Bertolani, per parlare della liberazione e della salute dei 32 cani Beagle che dovrebbero essere arrivati nella struttura per essere utilizzati in attività di ricerca da laboratorio.

 

Hans Ruesch.

 

Hans Ruesch è stato autore di saggi contro la sperimentazione animale. Sviluppò la tesi, mai accettata dalla comunità scientifica, che la sperimentazione sugli animali non fosse altro che una truffa capace di raccogliere ingenti fondi con il pretesto di essere necessaria alla ricerca scientifica. Dedicò anni ad approfondire i suoi studi e a raccogliere prove diventando l’esponente del movimento antivivisezionista italiano. Nel 1975 diede vita al Centro Informazioni Vivisezionistiche Internazionali Scientifiche (CIVIS) fondazione antivivisezionista con sede in Svizzera.

 

 

 

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email info@andreazanoni.it  

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Sito www.andreazanoni.it

Blog  www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

Youtube AndreaZanoniTV


Scarica comunicato