Venezia, 24 settembre 2018

Giovedì prossimo, 27 settembre, a Castelfranco Veneto nuovo focus su Legge sulle cave e Prac (Piano regionale di attività di cava) approvati in Consiglio regionale la scorsa primavera, insieme all’esponente del Partito Democratico Andrea Zanoni, vicepresidente della commissione Ambiente a Palazzo Ferro Fini e relatore di minoranza di entrambi i provvedimenti.

“La legge sulle cave doveva mettere fine a 36 anni di anarchia, invece per come è stata strutturata genererà ulteriore caos e contenziosi, a testimonianza dell’incapacità della Giunta di pianificare e programmare. Nel corso della discussione in aula avevamo proposto varie modifiche per migliorare la legge, specialmente in tema di tutela ambientale. La maggioranza a trazione leghista è rimasta come al solito sorda, nonostante i nostri dubbi sulle possibili conseguenze. E infatti il Governo l’ha impugnata davanti alla Consulta sollevando cinque motivi di incostituzionalità riguardanti sei articoli. Un bel capolavoro per un provvedimento atteso dal 1982!”.

L’incontro è in programma alle 21, nella Saletta Guidolin della Biblioteca comunale in piazza San Liberale. A moderare i lavori la dottoressa Morena Bragagnolo, portavoce del comitato ‘Salviamo il paesaggio’ di Castelfranco.