Treviso, 17 febbraio 2020 -

Si parlerà di cambiamenti climatici, sostenibilità ambientale e ‘Green new deal’ mercoledì prossimo, 19 febbraio, a Zero Branco insieme al consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni. “Tutte le istituzioni devono fare la propria parte, da quelle sovranazionali fino agli enti locali. Il ‘Green new deal’ voluto dalla presidente della Commissione europea Von der Leyen è un punto di partenza importante e un piano ambizioso, perché l’Europarlamento è chiamato a impegnare i singoli Stati a mettere in moto interventi urgenti e radicali per fronteggiare il cambiamento climatico, imitare il riscaldamento globale a 1,5 ºC ed evitare una perdita massiccia di biodiversità”, spiega il vicepresidente della commissione Ambiente a Palazzo Ferro Fini.

 

“Anche il Governo Conte ha parlato esplicitamente di ‘Green New Deal’, sottolineando la necessità di promuovere rigenerazione urbana, riconversione energetica e protezione della biodiversità e dei mari. Come Partito Democratico siamo consapevoli che si tratta di una sfida decisiva, non a caso  il nostro gruppo consiliare ha commissionato a un team di professori e ricercatori del Centro studi di Economia e tecnica dell’energia Levi Cases dell’Università di Padova lo studio ‘’Veneto 100% sostenibile, efficiente e rinnovabile’ (scaricabile dal sito www.veneto100x100sostenibile.it) che  verrà illustrato nel corso della serata. Nella nostra regione gli eventi legati ai cambiamenti climatici hanno avuto conseguenze particolarmente drammatiche, è perciò indispensabile cambiare rotta rispetto alle politiche inefficaci e inefficienti messe in campo da Zaia”.

 

L’incontro si svolgerà mercoledì 19 nel Salone di Villa Guidini (via G. B. Guidini 52) a Zero Branco dalle 20.45; a introdurre il dibattito sarà Enzo D’Angelo coordinatore dei circoli PD Alto Sile, Zero Branco, Istrana, Morgano, Paese e Quinto.