Il Parlamento europeo ha approvato l'eCall: entro ottobre 2015 tutti i nuovi veicoli dovranno essere forniti di un sistema di chiamata d'emergenza automatica in caso di incidente. L'eurodeputato PD Andrea Zanoni: “Si tratta di una misura indispensabile per frenare la strage delle vittime  degli incidenti stradali”.

 

Il Parlamento europeo ha approvato a Strasburgo (485 voti in favore, 151 contrari e con 32 astensioni) una risoluzione legislativa che prevede il cosiddetto eCall, ovvero che i dispositivi di chiamata di emergenza che allertano automaticamente i servizi di soccorso in caso di incidenti stradali siano installati su tutti i nuovi modelli di auto e furgoni leggeri entro ottobre 2015. Il dispositivo di chiamata elettronica utilizzerebbe il numero di emergenza 112 per consentire ai soccorritori di raggiungere rapidamente la scena.

 

“Solo nel 2012, sono state registrate 28.000 vittime e un milione e mezzo di feriti. L'implementazione di questo sistema pubblico europeo di chiamate di emergenza rappresenta un risultato significativo per la sicurezza degli utenti della strada in Europa che potrebbe contribuire ad abbattere significativamente il numero delle vittime della strada – afferma l'eurodeputato PD Andrea Zanoni – Per questo abbiamo insistito affinché questo servizio sia accessibile gratuitamente a tutti gli automobilisti e incorporato direttamente nelle nuove autovetture”.

 

In caso di incidenti stradali gravi, il sistema eCall di bordo utilizza il numero telefonico 112 per allertare automaticamente i servizi di emergenza. Esso indica la posizione esatta per permettere di raggiungere più rapidamente il luogo dell'incidente, salvare vite umane e ridurre le conseguenze delle lesioni.

 

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

 Email stampa@andreazanoni.it

 Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog  www.andreazanoni.it

 Twitter Andrea_Zanoni

Facebook ANDREA ZANONI

Youtube AndreaZanoniTV


Scarica comunicato