Andrea Zanoni (IdV) nominato relatore del dossier sull'aggiornamento della Direttiva VIA 2011/92/UE alla base dei requisiti ambientali di tutte le grandi opere con un impatto sul territorio. “Il mio unico faro guida sarà la tutela dell'ambiente e della salute dei cittadini”.

 

Andrea Zanoni, eurodeputato IdV, è stato incaricato di redigere il rapporto sulla proposta della Commissione europea di modifica della direttiva 2011/92/UE sulla Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) di determinati progetti pubblici e privati per conto della commissione ENVI, Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare del Parlamento europeo. Si tratta di un rapporto fondamentale che si iscrive nel procedimento di modifica e aggiornamento della normativa sulla VIA alla base di tutte le opere con un alto impatto sull'ambiente in tutti i 27 Paesi Ue.

 
“La procedura di VIA è il passaggio obbligato per tutte le grandi infrastrutture e progetti che incidono direttamente sul territorio e di conseguenza sulla vita di noi cittadini – spiega Zanoni – Con questo aggiornamento in qualità di relatore cercherò di rendere il testo più adatto alle nuove sfide ambientali, colmare le attuali lacune e garantire che tutti i nuovi progetti rispettino alla lettera standard ambientali severi e aggiornati”.


“Il mio obiettivo sarà quello di rafforzare lo strumento della VIA nell'interesse della tutela dell'ambiente, della sicurezza dei cittadini – prosegue Zanoni – ad esempio rafforzando passaggi chiave come i tempi certi di risposta delle autorità competenti o della consultazione con i cittadini nonché contrastare i conflitti di interesse in seno alle autorità stesse”.


Andrea Zanoni è stato nominato relatore del rapporto sulla VIA alla luce del suo impegno e competenza sulla tutela dell'ambiente in commissione ENVI. Da quando è stato nominato eurodeputato (settembre 2011) è intervenuto innumerevoli volte denunciando alla Commissione presunte violazioni alla direttiva VIA nel contesto di interventi come ampliamenti di aeroporti (Canova di Treviso e Catullo di Verona), costruzione di centrali a carbone (Porto Tolle a Rovigo) e biomassa, nuove strade (Pedemontana, Passante Nord a Rovigo, Valdastico Nord a Vicenza) , escavazioni (Morganella a Treviso), discariche (Terra a Paese in provincia di Treviso).


BACKGROUND

 

La stragrande maggioranza delle denunce alla Commissione europea in tema ambientale riguardano la non osservazione della Direttiva VIA. Non a caso la commissione PETI petizioni sarà coinvolta con una parere nella procedura legislativa del Parlamento europeo.

 
Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email stampa@andreazanoni.it

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Sito www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni
Youtube AndreaZanoniTV


Scarica comunicato