Venezia 20 dic. 2018 -       “In meno di due mesi nel Trevigiano ci sono stati oltre 30 sversamenti illegali nei corsi d’acqua da parte delle aziende vitivinicole. Le segnalazioni ad Arpav, anche da parte del sottoscritto, così come le interrogazioni alla Regione, non sono mancate. Quali sono gli esiti? Cosa ha fatto la Giunta? Non vorremmo ritrovarci con la prossima vendemmia nella stessa situazione”.

Lo chiede il consigliere del Partito Democratico, Andrea Zanoni, che informa “ho depositato una nuova interrogazione, sottoscritta dai colleghi Alessandra Moretti, Bruno Pigozzo, Claudio Sinigaglia e Francesca Zottis, con in allegato un lungo e dettagliato elenco riportante gli episodi denunciati e riportati sulla stampa dalle cronache locali”.

 “Quest’anno siamo di fronte a uno scenario emergenziale, dovuto anche alla sovrapproduzione frutto dei generosi finanziamenti della Regione – aggiunge l’esponente Dem -  Gli sversamenti in fiumi e torrenti hanno provocato morie di pesci, distruzione della flora acquatica e inquinamento delle acque superficiali. Ho ancora vive negli occhi le troppe immagini che cittadini, associazioni, amministratori locali e pescatori mi hanno inviato, con vere e proprie stragi di migliaia di pesci di varie dimensioni asfissiati. Man mano che ricostruivo e mettevo in fila tutti i fatti, mi sono reso conto della gravità e diffusione di questi illeciti sanzionati penalmente. Ed è solo la punta dell’iceberg, perché molte violazioni passano inosservate o, peggio, vengono viste e non denunciate, quindi i numeri sono certamente più alti”.

“Gli sversamenti – evidenzia il Vicepresidente della Commissione Ambiente - vanno a peggiorare il quadro in un territorio e con un ambiente già compromesso a causa del proliferare dei vigneti, una coltivazione, quella vitivinicola, altamente impattante considerando l’abbondante ricorso ai pesticidi. Le prime segnalazioni risalgono a inizio settembre: quali attività di monitoraggio ha messo in campo la Regione?”.

“E le analisi delle acque da parte di Arpav, se sono state fatte, che esito hanno dato?” – chiede ancora l’esponente dei Democratici -  Nell’interrogazione, abbiamo chiesto che, nel caso siano stati individuati i responsabili, quali provvedimenti la Regione abbia preso e se l’amministrazione regionale intenda costituirsi parte civile nei confronti di chi ha commesso reati ambientali”.

“Una scelta, questa, che ritengo doverosa – conclude Andrea Zanoni -  Così come credo che si debbano revocare tutti i cospicui incentivi e finanziamenti dati alle aziende che hanno violato la legge”.

 

 

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

 

DECIMA LEGISLATURA

 


INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA N.

 


RIPETUTI EPISODI DI SVERSAMENTI ILLECITI DI AZIENDE VITIVINICOLE NEI CORSI D’ACQUA DEL TREVIGIANO: QUALI AZIONI E VERIFICHE SONO STATE INTRAPRESE? CON QUALI ESITI E PROVVEDIMENTI SANZIONATORI?

 

Presentata il 19 dicembre 2018 dai consiglieri Zanoni, Moretti, Pigozzo, Sinigaglia, Zottis.

 

Premesso che:

-           nel periodo compreso tra il mese di settembre e quello di novembre del 2018 le cronache locali hanno dato ampiamente conto di una lunga serie di episodi di inquinamento ai danni dei corsi d’acqua della Marca trevigiana (si allega l’elenco degli articoli pubblicati nel suddetto lasso di tempo);

-           da quanto emerge dalla suddetta mole di notizie risulta evidente uno scenario emergenziale, determinato da ripetuti sversamenti legati alle attività illecite di alcune aziende vitivinicole. Si tratta di un fenomeno che ha come immediata conseguenza il verificarsi di morie di pesci, distruzione della flora acquatica, inquinamento delle acque superficiali e che sta provocando preoccupazione e proteste da parte dei cittadini, delle associazioni ambientaliste, delle amministrazioni comunali e delle associazioni dei pescatori;

-           anche lo scrivente è stato contattato da alcuni cittadini in merito a casi specifici, attivandosi attraverso la segnalazione dei fatti all’ARPAV di Treviso.

 

Considerato che:

-           è compito della Regione intraprendere azioni di verifica nel settore vitivinicolo e in quello della tutela ambientale.

 

Tutto ciò premesso

Il  sottoscritto consigliere regionale chiede alla Giunta regionale

 

  1. La Regione è al corrente degli episodi citati negli articoli riportati nell’Allegato 1?
  2. Quali attività sono state avviate per monitorare i suddetti episodi di inquinamento?
  3. Quali analisi delle acque sono state effettuate in relazione ai suddetti episodi e con quali esiti?
  4. Sono stati individuati i responsabili dei suddetti episodi di inquinamento e quali provvedimenti sono stati disposti a loro carico?
  5. La Regione intende costituirsi parte civile nei confronti di chi ha commesso i reati ambientali?

 

Allegato n. 1

 

ALLEGATO 1 ALL’INTEROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA “RIPETUTI EPISODI DI SVERSAMENTI ILLECITI DI AZIENDE VITIVINICOLE NEI CORSI D’ACQUA DEL TREVIGIANO: QUALI AZIONI E VERIFICHE SONO STATE INTRAPRESE? CON QUALI ESITI E PROVVEDIMENTI SANZIONATORI?presentata dai consiglieri Zanoni, Moretti, Pigozzo, Sinigaglia, Zottis.

 

 

Testata, Data, Titolo, Occhiello, Nome del fiume o corso d’acqua interessato, comune e località

 

  1. Il Gazzettino di Treviso di Treviso, 15 settembre 2018, “Sversamenti abusivi nel Teva indagano i carabinieri”, torrente Teva, Valdobbiadene, Santo Stefano;
  2. La Tribuna di Treviso, 15 settembre 2018, “Il Monticano si tinge di viola: strano sversamento a Motta di Livenza”, fiume Monticano, Motta di Livenza;
  3. Il Gazzettino di Treviso, 18 settembre 2018, “Monticano altro allarme: acqua viola e pesci morti”, fiume Monticano, Motta di Livenza;
  4. La Tribuna di Treviso, 18 settembre 2018, “MOTTA DI LIVENZA Compaiono i primi pesci morti nel Monticano”, fiume Monticano, Motta di Livenza;
  5. Il Gazzettino di Treviso, 19 settembre 2018, “Strano sversamento sul Monticano: «Ancora un mistero»”, fiume Monticano, Motta di Livenza;
  6. La Tribuna di Treviso, 20 settembre 2018, “SCARTI VINICOLI”, torrente Teva, Valdobbiadene;
  7. Il Gazzettino di Treviso, 21 settembre 2018, “Sostanza nera nel canale di scolo: moria di pesci a Gorgo”, canale di scolo, Gorgo al Monticano;
  8. La Tribuna di Treviso, 21 settembre 2018, “Morìa di pesci in un corso d’acqua a Gorgo. Cantine e aziende ancora sotto accusa”, Il Consigliere regionale Zanoni (Pd) chiede interventi urgenti alla giunta Zaia: «Tutta colpa della monocoltura intensiva del Prosecco», canale di scolo, Gorgo al Monticano;
  9. La Tribuna di Treviso, 23 settembre 2018, “Moria di pesci e proteste”, torrente Teva, Valdobbiadene, Santo Stefano;
  10. La Tribuna di Treviso, 26 settembre 2018, “Il Monticano come una fogna. Cantine ancora sotto accusa”, fiume Monticano, colline di Ogliano;
  11. La Tribuna di Treviso, 2 ottobre 2018, “Teva inquinato e moria di pesci. Due Comuni chiedono i danni”, Individuate le aziende vinicole responsabili, scatterà la denuncia penale. I sindaci di Vidor e Valdobbiadene pronti alla costituzione di parte civile, torrente Teva, Vidor;
  12. Il Gazzettino di Treviso, 3 ottobre 2018, “Acqua biancastra nel canale: scattano controlli e analisi”, torrente Teva, Farra di Soligo;
  13. La Tribuna di Treviso, 3 ottobre 2018, “A Vidor la moria di pesci sul Teva. Il Monticano a Motta diventato viola”, torrente Teva e fiume Monticano, Farra di Soligo, Col San Martino;
  14. La Tribuna di Treviso, 3 ottobre 2018, “Sversamento in canale. Via Cavre inquinata”, Col San Martino, dallo scarico è sgorgato il liquido biancastro. Si pensa ai prodotti per pulire le cisterne. Arpav sul posto, Farra di Soligo;
  15. Il Gazzettino di Treviso, 5 ottobre 2018, “Sversamenti, dal Comune stop a tre cantine”, torrente Teva, Valdobbiadene;
  16. La Tribuna di Treviso, 5 ottobre 2018, “Inquinato il torrente Teva. Il Comune: cantine al setaccio”, Tre aziende locali destinatarie di richieste di chiarimenti su smaltimenti e impianti. Il sindaco: «Mentre l’Arpav fa le analisi, noi vogliamo capire il quadro generale», torrente Teva, Valdobbiadene;
  17. La Tribuna di Treviso, 7 ottobre 2018, “Schiuma nell’Erega «Ore contate per i responsabili»”, torrente Erega, Asolo;
  18. La Tribuna di Treviso, 11 ottobre 2018, “Siliffe, cure d’urgenza per l’ecosistema Sile. «Sedotto e abbandonato, fogna a cielo aperto»”, Finanziato dall’Europa, lo screening del fiume ha prodotto alcuni risultati sull’ecosistema della parte iniziale del fiume, ma Legambiente e Italia Nostra danno l’allarme-inquinamento;
  19. Il Gazzettino di Treviso, 12 ottobre 2018, “Torrente Erega inquinato. Denunciata un’azienda”, torrente Erega, Asolo;
  20. Il Gazzettino di Treviso, 12 ottobre 2018, “Il fiume diventa torbido Comune: «Nessuna allerta»”, fiume Meschio, Vittorio Veneto;
  21. La Tribuna di Treviso, 16 ottobre 2018, “«Recupero del Dese finora soldi buttati»”, fiume Dese, Resana;
  22. La Tribuna di Treviso, 17 ottobre 2018, “Ancora sversamenti nel torrente Teva Le cantine nel mirino”, torrente Teva, Valdobbiadene-Vidor;
  23. Il Gazzettino di Treviso, 19 ottobre 2018, “Gettano liquidi inquinanti nel canale: rabbia sul web”, canale Trevignano, Montebelluna;
  24. La Tribuna di Treviso, 19 ottobre 2018, “Un altro inquinamento. Sotto accusa le cantine”, Chiazze scure sul Cervano, torrente Cervano, tra Bagnolo e Conegliano;
  25. Il Gazzettino di Treviso, 23 ottobre 2018, “Acqua grigia e moria di pesci la vendemmia sotto accusa”, torrente Cervano, Tarzo, frazione Corbanese;
  26. La Tribuna di Treviso, 23 ottobre 2018, “Veleni sul Cervano. Una strage di pesci vicino a Ponte Maset”, torrente Cervano, Tarzo, frazione Corbanese;
  27. Trevisotoday, 23 ottobre 2018, “Sversamenti illegali, strage di pesci tra Tarzo e Conegliano”, La denuncia all'Arpav del consigliere regionale Andrea Zanoni: le acque del torrente Cervano hanno restituito centinaia di pesci ormai privi di vita. Nel mirino le aziende vitivinicole della zona, torrente Cervano, tra Tarzo e Conegliano;
  28. Il Gazzettino di Treviso, 24 ottobre 2018, “Torrenti inquinati, sei ditte rischiano una maxi multa”, Chi ha ricevuto il verbale dei carabinieri deve difendersi: la sanzione è 60.000 euro; Accertamenti su una ventina di aziende. Il sindaco: «Continua l’attività di controllo», torrente Cervano, Valdobbiadene;
  29. Il Gazzettino di Treviso, 24 ottobre 2018, “Centinaia di pesci morti la rabbia dei residenti”, torrente Cervano, San Pietro di Feletto;
  30. La Tribuna di Treviso, 24 ottobre 2018, “Strage di pesci nel Cervano. Denunciata ditta vitivinicola”, Dopo l’esposto di Zanoni (Pd), torrente Cervano, Corbanese;
  31. Qdpnew.it, 25 ottobre 2018, “Sversamenti nel Cervano a Tarzo: acqua nera, muoiono centinaia di pesci”, torrente Cervano, Tarzo, frazione Corbanese;
  32. La Tribuna di Treviso, 25 ottobre 2018, “Sversamenti nei canali dossier dei Cinquestelle”, Monticano, Ferrera, Crevada e Cervano, Conegliano;
  33. La Tribuna di Treviso, 25 ottobre 2018, “Sacchet sul Cervano «Subito la bonifica» Italia Nostra polemica”, Cervano, Tarzo;
  34. Oggi Treviso, 25 ottobre 2018, “Avvelenamento nel torrente Cervada”, A Corbanese di Tarzo si attendono interventi urgenti, torrente Cervada, Tarzo;
  35. La Tribuna di Treviso, 27 ottobre 2018, “Legambiente documenta la strage di pesci”, Soligo, Cison;
  36. Trevisotoday, 27 ottobre 2018, “Asolo, nuovo episodio di inquinamento nel Torrente Muson: già trovato il colpevole”, I carabinieri forestali e i tecnici dell'Arpav, dopo alcune segnalazioni dei cittadini, hanno subito individuato l'ecovandalo che ora rischia sanzioni pesantissime, torrente Muson, Asolo, località Casonetto;
  37. Il Gazzettino di Treviso, 28 ottobre 2018, “Nuovo caso di inquinamento sversati liquami nel Muson”, torrente Muson, Asolo;
  38. La Tribuna di Treviso, 29 ottobre 2018, “Schiuma e patina nel Muson. Maxi sanzione al trasgressore”, Acque inquinate ad Asolo, intervento di carabinieri e Arpav in via Bassanese. Il responsabile è il titolare di un’azienda agricola: rischia centomila euro di multa, torrente Muson, Asolo;
  39. La Tribuna di Treviso, 31 ottobre 2018, “Liquami nel fiume. Le analisi dell'Arpav finiscono in Procura”, fiume Muson, Asolo;
  40. La Tribuna di Treviso, 2 novembre 2018, “Dossier sui fiumi contaminati. Ferraresi va dai carabinieri”, fiume Monticano, Conegliano;
  41. Il Gazzettino di Treviso, 9 novembre 2018, “Scarichi abusivi diffidata un’altra ditta”, Teva a Santo Stefano, Raboso a Guia e Rio Santa