Venezia, 12 lug. 2018  - “Quali sono le garanzie di sostenibilità ambientale per dare il via libera all’ennesimo mega allevamento di suini? La pianura veneta è già satura”. La richiesta è contenuta in un’interrogazione a risposta immediata del Partito Democratico, con Andrea Zanoni primo firmatario e sottoscritta dai colleghi Graziano Azzalin, Alessandra Moretti e Claudio Sinigaglia. “L’impianto in oggetto è quella dell’azienda Tresoldi nel comune di Stanghella, che ha presentato un progetto che porterebbe la capienza massima da 3.650 a oltre 10mila capi, con la realizzazione di otto moderne porcilaie, la sistemazione di viabilità interna e percorsi interni, la ristrutturazione del locale per la preparazione della broda e l’installazione di tre silos per il mangime”.

“È un progetto decisamente impattante - continua il Consigliere dem - soprattutto in un territorio dove si trovano altri allevamenti di grandi dimensioni e numerosi impianti a biogas. Sono dunque più che comprensibili le preoccupazioni e le proteste dei cittadini e delle associazioni ambientaliste che si sono mobilitate per dire no all’ampliamento. Inoltre, mentre è in corso l’iter riguardante la Valutazione di impatto ambientale (Via) e Autorizzazione integrata ambientale (Aia), sono già stati realizzati alcuni locali, con tanto di segnalazione tramite studio legale, sia al Comune di Stanghella che alla Provincia di Padova. È tutto regolare o ci sono i presupposti per prendere provvedimenti? Servono risposte urgenti perché c’è in ballo un’attività che prevede ancora consumo di suolo e un impatto ambientale molto elevato, nonché ulteriori disagi per i residenti dovuti alle emissioni di odori”.