Venezia, 5 ott. 2018 - “Le dichiarazioni del Consigliere regionale Stefano Valdegamberi sono vergognose, è chiaramente inadatto a ricoprire un ruolo istituzionale, deve dimettersi”. Queste le parole che il Consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni affida a una nota tramite la quale interviene “A proposito di quanto scritto su Facebook dal politico veronese a commento dell’immagine, diffusa dalla Lega anti vivisezione, del lupo ucciso la scorsa settimana nei boschi della Lessinia: ‘Il prossimo che troverete in foto sarà uno della LAV’. Da parte mia, piena solidarietà alla LAV che svolge un ruolo fondamentale nella tutela degli animali e dell’ambiente. Alle sparate metaforiche di Valdegamberi e alla sua ossessione contro il lupo siamo abituati: poche settimane fa è stato cacciato dall’Aula dal Presidente del Consiglio regionale Roberto Ciambetti per le continue interruzioni mentre stavo parlando. Ma con le minacce è stato fatto un pericoloso salto in avanti. Le sue gravi affermazioni sono un attacco a tutti gli animalisti e, più in generale, a chi ama la natura. Bene ha fatto la LAV a denunciarlo per i reati di minaccia e istigazione a delinquere, articoli 612 e 414 del Codice penale. Ma c’è anche un’altra responsabilità: chi ricopre un ruolo istituzionale e rappresenta i cittadini non può esprimersi in questo modo. Inutile che adesso parli di strumentalizzazioni e di ‘paradossi per suscitare delle riflessioni’, come scrive su Facebook, senza neanche scusarsi e cercando di passare da vittima. Ha usato parole indegne e dovrebbe dimettersi. Chiediamo al Presidente Ciambetti di scusarsi a nome del Consiglio regionale con la LAV e con tutti i veneti civili, censurando senza mezzi termini e ambiguità l’inqualificabile comportamento di Valdegamberi”.