Venezia 5 feb. 2021 - “Non sono sorpreso del boom di richieste in provincia di Treviso per il superbonus del 110% ed era prevedibile che nei Comuni potesse esserci un ingolfamento con le pratiche da sbrigare. Per questo l’ultima legge di bilancio, all’articolo 69, consente di fare assunzioni mirate, per potenziare gli uffici che si occupano di gestire i vari servizi legati all’erogazione del bonus: a breve, come annunciato dal ministero per lo Sviluppo economico, arriverà il decreto”. Andrea Zanoni, Consigliere regionale del Partito Democratico, interviene sul caso delle numerose richieste per le agevolazioni previste dal Decreto rilancio, che porta al 110% l’aliquota di detrazione per spese riguardanti, tra l’altro, ristrutturazioni edilizie legate a efficientamento energetico, adeguamento sismico o installazione di impianti fotovoltaici.

“Questa misura - sottolinea il Consigliere - è un’occasione importante per apportare migliorie a costo zero e rilanciare l’economia; era scontato che anche nella Marca trevigiana, come nel resto d’Italia, ci fossero tantissime domande, tutte insieme, perché è un provvedimento che ha una scadenza. E infatti il Governo ha stanziato un fondo ad hoc da 10 milioni per consentire ai Comuni, in deroga ai limiti di spesa, di assumere personale a tempo determinato e a tempo parziale per la durata di un anno, così da potenziare gli uffici ed evitare che qualcuno rimanga escluso”.

“Le amministrazioni - aggiunge in chiusura Zanoni - si facciano trovare pronte non appena uscirà il decreto”.