Venezia, 14 luglio 2021

“La legge regionale contro le emissioni odorigene non può più attendere. Siamo a fianco dei sindaci del Baldo-Garda che si sono mobilitati per il caso Italpollina, irrisolto da anni. Purtroppo non è l’unico del Veneto, con migliaia di persone costrette a convivere con odori insopportabili. La mancanza di una normativa nazionale non è un motivo sufficiente per restare a guardare”. Ad affermarlo i consiglieri  regionali del Partito Democratico Anna Maria Bigon e Andrea Zanoni dopo le nuove polemiche che hanno coinvolto lo stabilimento di Rivoli, spingendo il sindaco di Costermano sul Garda a convocare gli altri amministratori del territorio per arrivare a una soluzione condivisa. 

 

“La scorsa legislatura sono stati presentati dall’opposizione ben due progetti di legge, mai approdati in aula - ricordano - In questa c’è un nuovo Pdl che è stato illustrato nella commissione competente. È il momento però di accelerare l’iter, portarlo in Consiglio e approvarlo: la maggioranza ha i numeri per fare il bello e il cattivo tempo: si assuma quindi la responsabilità di calendarizzarlo quanto prima, dimostrando concretamente che la tutela della salute e dell’ambiente sono una priorità”.