"Il doppio caso di carichi di rifiuti industriali abbandonati nelle campagne del Comune di Paese, solleva una questione delicatissima. La sindaca infatti non si è attivata per applicare la norma, contenuta nel Testo Unico dell’Ambiente, che stabilisce che il primo cittadino deve disporre, entro un termine di tempo e con ordinanza, le operazioni necessarie alla rimozione dei rifiuti".
 
A dirlo il consigliere regionale del PD Veneto, Andrea Zanoni, che con un'interrogazione coinvolge sulla questione l'assessore regionale all'Ambiente.
 
"Sia nel caso del ritrovamento di rifiuti in area ex Simmel nella frazione di Castagnole, quanto nel caso dello sversamento illecito sversamento riscontrato nella frazione di Postioma, ci sono state gravi negligenze. Il materiale illecito, anche dopo lungo tempo dal ritrovamento, non è stato messo in sicurezza, neppure collocando delle coperture per evitare che il dilavamento della pioggia causasse la contaminazione del terreno. Inoltre l’Amministrazione comunale di Paese non ha ritenuto doveroso informare la cittadinanza sui gravi fatti".
 
Da qui la domanda finale di Zanoni all'assessore: "intende attivarsi per far sì che vengano finalmente rispettate le norme previste dal Testo Unico dell’Ambiente contro l’illecito abbandono dei rifiuti e sulla gestione e rimozione degli stessi?".