ZAIA VUOLE ASFALTARE GLI ULTIMI CAMPI TREVISANI. DAI CAMPI DI STERMINIO ALLO STERMINIO DEI CAMPI. CON I SOLDI DEL IV LOTTO INVESTIAMO INVECE SUL TRASPORTO SOSTENIBILE.

  • Post del 12 Aprile 2021

Il cosiddetto IV Lotto è un vecchio progetto di prolungamento della tangenziale di Treviso che le vecchie stime valutavano in 54 milioni di euro di costi. Se realizzato annienterà l’ultima campagna del comune di Treviso, sterminerà gli ultimi campi agricoli coltivati da secoli dai nostri avi. Invece di nuove strade con questi milioni si può potenziare il trasporto pubblico, il trasporto su rotaia, il trasposto sostenibile, la mobilità elettrica, Treviso potrebbe diventare un capoluogo all’avanguardia a livello nazionale ed europeo. Il IV lotto se realizzato verrà terminato in un'era diversa da questa con più di metà di auto elettriche in circolazione che risolveranno il problema dell'inquinamento dei centri abitati come la frazione di San Giuseppe. Zaia purtroppo ragiona come gli amministratori di 50 anni fa, proponendo un modo vecchio e sorpassato per risolvere gli attuali problemi del traffico. Basta distruggere suolo agricolo per spostare il traffico da un punto all'altro dei nostri paesi. La ricetta di Zaia è da preistoria e soprattutto non considera che il consumo del suolo è fuori controllo, da tre anni ISPRA ci imputa come peggior regione per la distruzione di suolo agricolo. Per Zaia sembra che l’emergenza climatica ed ambientale non esista, a lui e alla Lega non interessano gli accorati appelli dei giovani con i loro movimenti Friday for Future e Extinction Rebellion, non interessa l’allarme e l’accorato appello lanciato da Papa Francesco con l’enciclica Laudato Sì, non interessa l’allarme della comunità scientifica mondiale che ci esorta a percorrere le vie della sostenibilità. Il IV lotto è stato ideato e sostenuto prima di tutti questi eventi, un buon amministratore deve considerare i tempi che cambiano e rivedere le scelte passate. Qualcuno valuta poi che le nuove generazioni si dovranno accollare le ingenti spese di manutenzione di tutte queste opere? Quando oggi leggo di questi progetti mi viene in mente la frase emblematica di estrema attualità del nostro grande poeta Andrea Zanzotto, che diceva che siamo passati dai campi di sterminio dell’epoca nazista allo sterminio dei campi dei giorni nostri. Esorto tutte le persone di buona volontà ad attivarsi per la tutela del nostro territorio e per un cambio radicale nel modo di affrontare il problema del traffico. Andrea Zanoni

Stampa
Tutti i comunicati
Tutte le news
Questo sito web usa i cookies
Usa i cookies per gestire alcune funzionalità, quali navigazione, pertinenza annunci, etc. Utilizzando il nostro sito web, accetti l'utilizzo dei cookies.