“Ho depositato oggi un’interrogazione a risposta scritta per denunciare il grave degrado presente ormai da 15 anni nel Reparto di Geriatria dell’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso e per chiedere al Presidente della Giunta regionale i motivi di questa insostenibile situazione di mala sanità. Chiederò, inoltre, a Zaia quali misure la Regione intenda adottare per migliorare la qualità dei servizi e dell’assistenza offerti dal succitato Reparto ospedaliero”. Ne dà notizia, in una nota, il consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni che spiega “come alcuni familiari di pazienti del Reparto di Geriatria trevigiano hanno denunciato la fatiscenza della struttura che ospita gli anziani, con la presenza di camere affollate, bagni maleodoranti, caldo e personale sanitario insufficiente. La denuncia ha trovato giustamente risalto sulla stampa locale”.

“Lo stesso Direttore Generale dell’Azienda Ulss n. 2 Trevigiana – sottolinea l’esponente dei Democratici – ha d’altra parte ammesso i problemi che affliggono il Reparto di Geriatria da 15 anni, data la vetustà della struttura, e ha espresso la necessità di costruire al più presto un nuovo ospedale, la Cittadella della Salute, che possa ospitare un moderno ed efficiente Reparto per assistere gli anziani”. “Già nel 2004 – ricorda Zanoni – il presidente del Comitato per la difesa dei diritti del malato di Treviso aveva portato alla luce la grave situazione in cui versava la Geriatria a Ca’ Foncello, con pazienti trascurati e privati della dovuta assistenza”.

“Il Governatore Zaia – informa il consigliere regionale – ha quindi disposto un’ispezione, avvenuta l’8 agosto us, presso il succitato Reparto, ammettendo che c’erano dei problemi e affermando come la Geriatria dovesse essere una priorità per la Sanità veneta. Ma non siamo ancora a conoscenza degli esiti di questa ispezione. Pertanto, nella interrogazione, chiedo di sapere i risultati dell’attività ispettiva”.

“E’ evidente – conclude Andrea Zanoni – che il degrado presente presso il Reparto geriatrico dell’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso non corrisponde affatto al modello di eccellenza della Sanità regionale tanto propagandato da Zaia. In attesa della realizzazione della nuova Cittadella della Salute, è doveroso che la Regione Veneto intervenga prontamente per risolvere, o quanto meno migliorare, le criticità presenti, per assicurare ai degenti una assistenza dignitosa”.