No all’abrogazione del reato di maltrattamento animali

  • Post del 21 Dicembre 2014

A breve dovrebbe essere approvato un decreto sulla non punibilità per tenuità dei reati con l’intento di snellire la giustizia e decongestionare carceri e procure. Questo decreto rischia però di eliminare i reati di maltrattamento animali introdotti dieci anni fa con la legge 189/2004. Il Forum Tutela Diritti Animali del Partito Democratico si è da subito attivato scrivendo ai deputati del PD per chiedere di modificare lo schema di decreto voluto dal ministro della Giustizia Andrea Orlando. Ora grazie a questo intervento le senatrici del Partito Democratico Silvana Amati e Monica Cirinnà hanno scritto al ministro Orlando (VEDI LETTERA IN ALLEGATO)  chiedendo di modificare lo schema di decreto sulla non punibilità per tenuità del reato, salvaguardando la funzione deterrente dei reati di maltrattamento degli animali introdotti con la legge 198/2004. Anche le associazioni Enpa, Lav, Leidaa, Lndc, Oipa,AAE Conigli, AiutiamoFido, Amici Animali Onlus, Cani & Mici per Amici Onlus, City Angels, Earth, Eolo a 4 zampe, Frida's Friends Onlus, I Favolosi Cani 80, Il Rifugio del Micio, Noi Animali, Ombre a 4 zampe, SOS Gaia, SOS Levrieri, Tartamondo Onlus, Gaia Italia, L'Arca della Valle, Anita Onlus, Leal, Mondo Gatto Gruppo Volontari Onlus, Anima Equina Onlus, Con Fido nel Cuore Onlus, Diamoci la Zampa Onlus, Samu Italia Onlus, L'unione fa la forza, Amoglianimali, Voce animale, IHP hanno preso carta e penna e scritto al governo oltre ad aver fissato per il 24 gennaio 2015 una giornata nazionale di mobilitazione. Se il testo fosse approvato senza modifiche potrebbero saltare processi come quello in corso contro l'allevamento Green Hill nonche' quelli sui combattimenti fra cani, traffici di cuccioli, mucche a terra, accecamento dei richiami vivi, ecc. Lo schema di decreto deve assolutamente essere modificato e mantenere in piedi il reato di maltrattamento di animali che è una conquista irrinunciabile di una società civile sensibile alle sorti degli esseri più indifesi. Andrea Zanoni

 

Stampa
Tutti i comunicati
Tutte le news
Questo sito web usa i cookies
Usa i cookies per gestire alcune funzionalità, quali navigazione, pertinenza annunci, etc. Utilizzando il nostro sito web, accetti l'utilizzo dei cookies.